Il termine inglese Target vuol dire Bersaglio. Già la traduzione italiana ti fa capire l’importanza di questo concetto: se non centri il bersaglio, l’intera strategia che hai pianificato e messo in atto rischia di crollare miseramente.

Il tuo bersaglio non è rappresentato solo dall’obiettivo che vuoi raggiungere, ma anche (e soprattutto) da chi vuoi raggiungere.

La parola Target indica infatti le persone a cui vuoi indirizzare il tuo messaggio pubblicitario e in generale la tua comunicazione. Le persone in target con il tuo settore di competenza avranno caratteristiche e probabilmente dati demografici simili, perché sono accomunate dall’interesse nei confronti del tuo settore.

Capirai dunque che il Target è un elemento imprescindibile in una strategia, perché in esso rientrano le persone che potrebbero rivelarsi realmente interessate ai tuoi prodotti o ai tuoi servizi.

Mettiamo che tu abbia un atelier e che il tuo obiettivo sia vendere abiti da sposa. Ti accingi a creare una campagna pubblicitaria, ad esempio su Facebook. Dopo aver inserito una bellissima immagine di uno dei tuoi abiti e aver creato una descrizione chiara e accattivante del prodotto, è la volta di scegliere il Target: dovrai cioè dire a Facebook chi vedrà la tua campagna.

La creazione del Target è particolarmente importante perché dalla scelta delle persone che andrai a selezionare dipenderà l’esito della tua campagna. E per far sì che il pubblico sia interessato a ciò che stai proponendo non hai alternative: devi studiarlo!

Nel caso dell’esempio che ti ho riportato dovresti andare a studiare le caratteristiche delle donne in procinto di celebrare il loro matrimonio: in che età mediamente si sposano, quali sono i loro brand di abiti da sposa preferiti, quali portali sul matrimonio seguono.

Studiare un Target vuol dire capire quali sono gli interessi, i dati demografici, i comportamenti, gli hobby, le abitudini d’acquisto dei potenziali clienti. Tutte operazioni che potrebbero sembrare difficili, ma che in realtà puoi gestire con relativa facilità grazie agli strumenti che ti vengono messi a disposizione dalla stragrande maggioranza delle piattaforme (il già citato Facebook, ad esempio, se ben utilizzato, ti dà la possibilità di essere molto specifico nella selezione dei tuoi potenziali clienti).

Avere sempre in mente il tuo Target non è importante solo nelle campagne pubblicitarie, ma anche nella creazione quotidiana dei tuoi contenuti: se vuoi che siano funzionali e raggiungano le persone che potrebbero concretamente dimostrarsi interessate a ciò che stai proponendo, cerca sempre di creare contenuti in grado di incuriosirli, di risolvere un loro problema o addirittura di suscitare in loro un desiderio.

Hai trovato interessante questo articolo? Se vuoi approfondire insieme a me questo ed altri aspetti che possono aiutarti a rendere produttiva la tua presenza online e ottimizzare il tuo business sono a tua disposizione per una consulenza gratuita: puoi fissare il giorno e l’orario a te più comodo cliccando qui

Condividi l'articolo